Perimetri, gabbie

La luce del giorno mi separa,
lamina sottile, da me stesso,
e di notte un lungo sonno,
tranquillo e senza sogni.

La lunga attesa,
attonita, sbalordita e stanca,
di un’ anima reclusa.

Linee sottili che separano
ciò che è dentro
e ciò che è fuori dal mio cranio:

Le mille idee che nascono,
si intrecciano e si fondono
nell’universo sconfinato,
ed il vuoto confinato dentro me.

[revised version of a text from 2006 (approx.)]

Advertisements

Blog at WordPress.com.

Up ↑